Dannata timidezza.

Pensare a qualcuno e chiedersi come sta, se è felice, se mai dovresti rivederlo cosa dirgli, non tanto qualcosa di importante ma almeno una frase di senso compiuto.

Perché magari sei anche brava ad usare le parole, ma davanti a qualcuno o a qualcosa che ha fatto centro proprio lì, nel tuo punto più debole, parole non ne hai; perché a volte ciò che provi non può essere palesemente riportato a voce o su carta. Forse solo in azioni, anche se piccole.

Ma tanto lo sai già: se mai capiterà di nuovo che gli astri facciano ‘sì che vi rivediate, al massimo ti spunterà un sorriso su bocca, occhi e cuore e, se la voce supererà il deserto del Sahara che si sarà creato in bocca, forse uscirà un semplice e flebile ciao. Dannata timidezza.

Canzone: Chissà se stai dormendo, Jovanotti. https://www.youtube.com/watch?v=5HId3Nw_Fc0

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...